Il telaio di Maria Gio: il progetto e la spiegazione


Mi sono accorta di aver dedicato poco tempo ad alcuni argomenti in realtà importanti. Uno di questi è il TELAIO DI MARIA GIO, ormai molto diffuso tra le hobbiste.
Ne avevo già parlato nel mio post della fiera Abilmente, ma molto poco, ad Abilmente acquistai della lana, molta, per un progetto impegnativo e tutt’ora in corso, quello della coperta che molte volte è stata in esposizione alle fiere, ovvero questa

Questo è il telaio di maria gio con cui si possono fare tanti quadrati a maglia, unendoli poi con l'uncinetto si ottengono coperte, sciarpe, borse. E' facilmente lavorabile con l'uncinetto e a mano

Il lavoro non è difficile, si tratta di unire tra loro blocchi diversi (5) alternandoli, e rifinire il bordo esterno. Con Maria Gio parlammo anche di eventuali decorazioni con bottoni di legno o altro (ancora da definire), e di un eventuale panno inferiore per dare più uniformità

Lavorazione con il telaio di Maria Gio, lavori a mano, rifinitura bordo ad uncinetto

Di quadrati ne ho già fatti diversi questi gli schemi in corso

Maglia con i ferri, uncinetto a filet con l'uncinetto
Uncinetto a forcella per borse e sciarpe o stole
Facilmente maglia a fascicoli

Ma molte di voi mi hanno chiesto spiegazioni riguardo la costruzione e la rifinitura dei quadrati..
Il discorso è semplice, più semplice a farsi che a spiegarlo, cmq ci provo.
Si fanno dei giri (in base alla dimensione del filo) in questo caso 3, intorno ai pioli, sia per la trama, che per l’ordito

Facilmente uncinetto, Blog maglia, Blog uncinetto, lavori creativi

Dopodichè si cominciano a fare i nodi seguendo lo schema scelto

Blog maglia
Prima in un verso…
Blog patchwork con la lavorazione dei Siggy
Siggy sta per signature block D13 dear jane

E poi nell’altro, badando bene di stringere il nodo..


Ed ecco alcuni esempi, su telaio e fuori dal telaio..


Per quanto riguarda la rifinitura e l’unione, sto preparando un post con delle foto dettagliate, che spiegano come rifinire il bordo sopratutto l’addove è presente l’asola volante (2 lati) che deve essere nascosta all’interno della catenella di rifiintura.

AGGIORNO QUESTO POST che viene visitato spesso inserendo qui i link di altri post che trattano l’argomento rifinitura dei quadrati /strisce
qui invece potete vedere l’ultimo progetto in corso (novembre 2011) che man mano si arricchirà di vari quadrati e mi darà modo di parlare sia dei vari disegni che delle varie unioni.

qui invece la coperta viky quasi terminata, dedicherò un intero post alla rifinitura dei quadrati e all’unione dei vari pezzi… seguitemi.

QUI invece trovate l anteprima dei video con le video spiegazioni per l’utilizzo del telaio base e della stecca telaio che io e Maria gio abbiamo realizzato e che è possibile acquistare

Questa voce è stata pubblicata in Coperta Telaio Maria Gio, Telaio Maria Gio. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Il telaio di Maria Gio: il progetto e la spiegazione

  1. Anonymous ha detto:

    ciao Mysa,come si uniscono tra loro i quadrati?Per questo copriletto quanto filato è stato utilizzato,orientativamente.E' un lavoro fantastico,viene voglia di mettersi subito all'opera,…ma, come spesso dico io "la mente è più veloce delle mani"Miriam P.

  2. Mysa ha detto:

    innazitutto li devi rifinire come ho già spiegato in questo post.. http://lecosedimysa.blogspot.com/2011/06/tutorial-rifinitura-quadrati-telaio.html e poi, tutti mi chiedono come unire i quadrati e di fare un tutorial appena ho un attimo giuro che mi ci metto, cmq puo semplicemente cucirli sui retro con un filo del colore del filato con dei punti che passano tra le catenelle.

  3. Voglio farti i miei complimenti, bei lavori!sono proprio graziosi!ciao

  4. flaminia ha detto:

    Ciao, mi sono appena cimentata in questa nuova tecnica e me ne sono subito innamorata e sono messa all'opera per creare una sciarpa, ma la coperta bianca è veramente bellissima..sarà la mia prossima sfida =) aspetto anche io la spiegazione della rifinitura dei quadrati..ci sto combattendo non poco, quindi per ora mi sto semplicemente limitando a fare i quadrati!! Buon lavoro e ancora bravissima

  5. Mys@ ha detto:

    Flaminia io e Maria Gio abbiamo fatto dei video dedicati proprio alla lavorazione con il telaio, dove ci sono i passaggi chiari della bordatura e dell'unione delle piastrelle nonchè la lavorazione base e la lavorazione con la stecca telaio fino alla realizzazione completa di uno scaldacollo, per info guarda qua.. http://lecosedimysa.blogspot.com/2012/01/i-video-di-maria-gio-in-dvd.html

  6. Lucia da Sulmona ha detto:

    ciao Mysa sn Lucia ho visto oggi per la prima volta il tuo sito è bellissimo ma…. quelloke + conta per me è ke mi ha riportato indietro nel tempo. cercavo sul web notizie sul telaietto per fare lavori in maglia o cotone non ci crederai ma io ne possiedo un set ormai arrugginito ( sn di alluminio forse scadente) da quando frequentavo la 2 media…io ho 48 anni!!!!!!!!!!!. avrei bisogno del tuo aiuto (se puoi) li ho ritrovati in soffitta e vorrei ripulirli e riutilizzarli per realizzare una maglia di filo traforata per mia figlia. per caso posti modelli e quantita di filato? la maglia dovrebbe essere taglia 40-42 tipo poncho da mettere sulle canotte estive con jeans e pantaloncini. ti ringrazio vivamente e ti rinnovo i complimenti.

  7. Mys@ ha detto:

    Ciao Lucia ben arrivata! mi fa piacere che il mio blog ti piaccia e ti sia utile. Se guardi qua http://lecosedimysa.blogspot.com/search/label/Telaio%20Maria%20Gio troverai un po' di post con idee e lavori fatti con il telaio, ma visto che è arrugginito non ti consiglio di usarlo ti rovinerebbe il lavoro, perchè non comprarlo nuovo e di legno come quelli di Maria Gio che uso io, se mi scrivi via mail ti spiego come fare salerno.stefania@gmail.com

  8. Pibbia LiW ha detto:

    Ciao cara, sono arrivata qui cercando appunto i telai in legno dopo aver visto un progetto su un giornale e avevo intenzione di acquistare la stecca per fare le sciarpe.
    Dei telai quadrati (non potendo permettere li tutti) secondo te da abbinare alla stecca è meglio quello a fili pari o a fili dispari? (È la prima volta che mi cimento in questi lavori)
    Grazie in anticipo,
    Silvia

  9. Mys@ ha detto:

    Ciao Silvia come dico sempre durante le dimostrazioni in fiera e nei corsi, tra pari e dispari non c e un meglio pari e dispari sono uguali come lavorazione (quadrata) ma si distinguono per i disegni (intrecci) che si riescono a creare. Sicuramente per chi inizia e' meglio il pari che e' leggermente meno complicato quanto a fantasia di intrecci. Ma sta a voi scegliere.

  10. mayla rosaspina ha detto:

    ciao.. prima di tutto volevo complimentarmi con te.. sono lavori stupendi, poi avrei bisogno di un informazione.. vorrei fare una coperta matrimoniale con il telaio quanti kg di lana servono?? ho bisogno di comprarla tutta insieme perchè la prendo da internet visto che costa di meno che qui da me.. grazie mille aspetto tue notizie..

  11. Mys@ ha detto:

    Ciao, è difficile dirlo con certezza per diversi motivi:
    – il tipo di filato scelto e la sua grossezza che ti vincola il numero dei passaggi di filo
    – Il tipo di piastrella che vuoi realizzare con o senza troppi intrecci
    La grandezza effettiva che gli vuoi dare.
    Un consiglio valido anche nei lavori a maglia e all'uncinetto è quello di fare un cambio del progetto, e “pesare” la piastrella finita e bordata moltiplicarla per il numero necessario e aggiungerne un quantitativo in più per la cucitura delle stesse e eventuale bordatura finale. Spero di esserti stata utile fammi sapere eventualmente il progetto ne possiamo parlare qui insieme se mi fai sapere ti apro direttamente un post di discussione. Aspetto tue notizie.

  12. mayla rosaspina ha detto:

    ciao mysa.. per la quantità di filo ho risolto.. parlando con una signora del posto che ha realizzato questo tipo di coperta mi ha detto che ne ha usati circa 5kg, io per stare sicura ne ho comprati 6kg.. adesso ilmio dubbio è come unire i vari scacchi.. mi potresti aiutare??? speriamo che mi venga, è la prima volta che mi cimento in un lavoro cosi grande, prima ho realizzato sciarpe con in telaio a tecca ( non quello di maria gio,) ma un telaio con fessura al centro che permette di realizzare sciarpe vere e proprie, della lunghezza desiderata.. apetto tue notizie grazie mille!! ciao ciao!!

  13. Mys@ ha detto:

    Se intendi come unire le varie piastrelle trovi diversi post nel blog con la spiegazione fotografica, se invece intendi il “disegno” della pistrella, quella è a fantasia. In bocca al lupo e.. aspetto tue foto da pubblicare!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...